Apple ha problemi legali per non aver rimosso Telegram dall'App Store


Apple ha problemi legali per non aver rimosso Telegram dall'App Store

Apple ha ricevuto un avviso legale dalla Coalition for a Safer Web per non aver rimosso Telegram dal suo App Store. Sebbene abbia bloccato Parler, sembra che non abbia ancora limitato l'accesso a Telegram. Ultimamente, Telegram è stato nelle notizie per tutti i motivi sbagliati, incluso il non intraprendere azioni contro i contenuti violenti che sono stati trovati sulla piattaforma abbastanza frequentemente.

La Coalition for a Safer Web ha intentato una causa contro Apple presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale della California domenica. La principale accusa contro Apple è che ha continuato a presentare Telegram sul suo app store e non ha intrapreso alcuna azione, nonostante le ripetute richieste, per rimuovere l'app. La causa ha affermato che "nonostante Apple sappia che Telegram viene utilizzato per intimidire, minacciare e costringere i membri del pubblico".

Il progetto coalizione, un'organizzazione senza scopo di lucro che lavora per l'eliminazione dei contenuti estremisti e degli elementi basati sul terrorismo, ha affermato che Apple non ha aderito alle linee guida e alle politiche che si è formata e non è riuscita a regolamentare il contenuto della sua app. A causa del fatto che Apple ha dato mano libera agli utenti, sono stati trovati contenuti violenti e dannosi su Telegram che è presente sul suo App Store.

È interessante notare che questa causa è stata intentata nella stessa settimana in cui aziende globali come Amazon e Google, insieme ad Apple, hanno adottato misure efficaci per recidere i loro legami con Parler poiché l'app non ha intrapreso alcuna azione contro la produzione di contenuti odiosi e fuorvianti. sull'app. Ci sono state segnalazioni che indicavano l'uso di Parler da parte di utenti malintenzionati per svolgere diverse attività illegali a Washington DC, incluso il Attacco al Campidoglio.

La causa è stata intentata con l'intenzione di esercitare pressioni su Apple in modo che la società esaminasse attentamente le attività di Telegram e considerasse la rimozione dal suo App Store. La causa fornisce anche il riferimento a un comunicato stampa CSW del mese di giugno 2022 in cui si afferma che l'app di messaggistica crittografata veniva utilizzata come "canale di comunicazione per il governo russo e per i gruppi nazionalisti neo-nazisti e bianchi affiliati, seminando disinformazione e divisione razziale negli Stati Uniti e in Europa ".

La causa ha inoltre affermato che Telegram viene utilizzato come piattaforma per pianificare e svolgere attività violente prima dell'inaugurazione del presidente eletto Joe Biden.

La causa ha definito Apple "ingiusta" e selettiva nelle sue pratiche in quanto ha rimosso la piattaforma dall'app Parler e ha assicurato la rimozione di "Fortnite" di Epic Games, ma finora non ha intrapreso alcuna azione contro Telegram. Gli esperti suggeriscono che dal suo lancio nell'anno 2013, Telegram ha violato le politiche e le linee guida dell'App Store in modo abbastanza coerente. Nonostante ciò, è stato osservato che Apple non ha mai nemmeno emesso un avviso per l'app.

Attraverso la causa, i ricorrenti hanno presentato le loro richieste, che include un processo con giuria. Alcune delle loro altre richieste includono il risarcimento per ciascun attore per i danni subiti e l'ordine che chiede di rimuovere Telegram dall'App Store fino al momento in cui si impegna a seguire ogni singola linea guida stabilita da Apple.

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.