Incredibile scoperta: un esopianeta nelle vicinanze "potrebbe essere un diamante"


Incredibile scoperta: un esopianeta nelle vicinanze "potrebbe essere un diamante"

"55 Cancri e" è un esopianeta a una distanza di circa 40 anni luce dal nostro sistema solare. Ora sembra che sappiamo di più sulla sua atmosfera.

Gli esperti della NASA hanno utilizzato il telescopio Hubble, con il quale hanno rilevato idrogeno ed elio, ma non vapori d'acqua. Il pianeta "55 Cancri e" è otto volte più massiccio della Terra e due volte più grande.

“La ricerca che abbiamo svolto ci ha permesso di ottenere informazioni di prima mano sulla struttura dell'atmosfera di esopianeti simili alla Terra. Ora abbiamo indizi su come si è formato e su come questo oggetto cosmico si è evoluto nel tempo ", ha detto Giovanna Tinetii, ricercatrice dell'University College di Londra, citata da Spazio.

"55 Cancri e" è un esopianeta in orbita molto vicino alla sua stella ospite, completando un'orbita in sole 18 ore. Per questo motivo la temperatura superficiale dell'esopianeta è molto elevata, intorno ai 2,000 gradi Celsius e, quindi, non può sopportare nessuna forma di vita. L'esopianeta è stato scoperto nel 2004. Otto anni dopo la scoperta, i ricercatori hanno condotto uno studio in cui hanno analizzato la massa di 55 Cancri e e la composizione della sua stella ospite.

Gli scienziati americani hanno scoperto nel 2012 che nella struttura interna dell'esopianeta c'è un'enorme quantità di carbonio. Questo risultato ha spinto gli astronomi a dire che "55 Cancri e potrebbe essere un vero pianeta diamante". In un altro studio, è stato dimostrato che la stella attorno alla quale orbita Cancri ha meno carbonio nella sua composizione come inizialmente si pensava e, quindi, nemmeno l'esopianeta dovrebbe avere questa sostanza nella sua atmosfera.

Tuttavia, le informazioni ottenute dagli astronomi della NASA hanno dimostrato che sulla superficie dell'esopianeta è presente acido cianidrico, che indica la presenza di carbonio.

"Se la presenza di acido cianidrico e altre molecole fosse confermata entro pochi anni dalla prossima generazione di telescopi a infrarossi, sosterrebbe la teoria che questo pianeta è davvero ricco di carbonio e un luogo molto esotico", ha detto Jonathan Tennyson, in una dichiarazione.

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.