Pubblicità

Amazon è pronta a pagare 55 miliardi per Yahoo.com


Amazon è pronta a pagare 55 miliardi per Yahoo.com

Sembra che Amazon abbia preparato una sorpresa per noi quest'anno. Non molto tempo fa, Amazon annunciava l'acquisizione di Twitch.tv, una mossa piuttosto audace, ma soprattutto inaspettata. Bene, sembra che il prossimo obiettivo sia Yahoo, il quinto sito per numero di visitatori giornalieri, Amazon che vuole acquistare l'intera azienda - e sembra che siano pronti a pagare $ 55 miliardi per questo.

Sfortunatamente per Amazon, ci sono anche altri giocatori interessati, come AT&T, Verizon, Comcast e altre società di telecomunicazioni degli Stati Uniti. Un altro colosso che si è risvegliato dal sonno è Microsoft, che ha alcuni collegamenti con Yahoo attraverso il motore di ricerca Bing, riuscendo così a mantenere la propria quota di mercato regolamentata.

Amazon, d'altra parte, è interessata a Yahoo nel suo insieme, con la possibilità che "Yahoo Search" venga venduto a Microsoft in futuro, ma non c'è nulla di sicuro, le due società sono abbastanza forti e finanziariamente stabili per essere in grado di per fare questo passo importante, che seriamente parlando, cambierà il modo in cui interagiamo con Internet.

Secondo fonti vicine all'accordo, Amazon vuole acquistare i seguenti aspetti:

Flickr, Rivals.com, Tumblr, Yahoo! Pubblicità, Yahoo! Risposte, Yahoo! Auto, Yahoo! Rete di sviluppatori, Yahoo! Finanza, Yahoo! GeoPlanet, Yahoo! Gruppi, Yahoo! Case, Yahoo! Locale, Yahoo! Yahoo Mail! Messenger, Yahoo! Mobile, Yahoo! Film, Yahoo! Musica, Yahoo! Notizie, Yahoo! Originali, Yahoo! Controllo genitori, Yahoo! Ricerca, Yahoo! Cerca, Yahoo! Search Marketing, Yahoo! Centro sicurezza, Yahoo! Shopping, Yahoo! Sport, Yahoo! Thế giới sao, Yahoo! Viaggi e Yahoo! tv

Pubblicità

Pubblicità

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.

Pubblicità