Android L è più che fantastico. È come un piccolo sogno. Ma sfortunatamente, non lo avrai


Nell'ultimo I / O di Google, ci è stato presentato un imminente sistema operativo Android Android L. E da quando è stato annunciato lo scorso settembre, è già stato rilasciato come sistema operativo di anteprima per sviluppatori e da allora ha già visto due versioni.

Android L

L'unica cosa che abbiamo sempre voluto è la coerenza con le animazioni e le transizioni delle app collegate tra loro. Se non sono coerenti, semplicemente non ha senso essere collegati a un'altra app.

Android L è incentrato sui miglioramenti e sulla coerenza di tali animazioni e transizioni. Questo ci aiuta a capire come le diverse parti di diverse app sono collegate tra loro e non sono solo lanugine che vengono menzionate nella loro descrizione per attirare un download.

E in genere, con ogni nuova versione di Android, lo vedremo prima essere rilasciato su un nuovo hardware, come Nexus 6, Nexus X o Nexus 9, e poi poco dopo che gli altri dispositivi recenti vedranno questo nuovo aggiornamento. Anche se potrebbe sembrare un dolce biscotto per tutti coloro che utilizzano il dispositivo di Google (Nexus, Motorola, ecc.), Ma è allora che le cose inizieranno a cadere a pezzi.

Se hai notato Google con l'occhio d'aquila, avrai già notato che aggiornano solo il software dei loro dispositivi che sono stati lanciati negli ultimi 18 mesi. Quindi questo significa semplicemente che il Nexus 4, Nexus 7 della scuola e il Galaxy Nexus non riceverà l'aggiornamento di Android L, il che può essere frustrante per alcune persone. E non c'è molto che possiamo fare al riguardo, anche se crediamo che l'hardware sia ancora in grado di eseguire il sistema operativo più recente.

Ma c'è qualcosa che è più frustrante di quello. È il supporto degli OEM.

OEM

Ecco un'anteprima video del modo in cui Samsung ha integrato Android L e il loro TouchWiz sul Galaxy S5. Vogliamo credere che questa anteprima video sia davvero vecchia, ma non sappiamo ancora la data esatta in cui è stata girata. E se lo vedi, noterai quanto lento e pieno di bug sia che Samsung abbia già deciso di non rilasciarlo al pubblico. Considerando il fatto che l'hardware del Galaxy S5 è al di sopra della media, desideriamo che Samsung faccia un grande sforzo per rendere il loro nuovo aggiornamento meno buggato possibile.

Vedete, quando si tratta di aziende che forniscono OEM di Android, non impiegano molto tempo e sforzi per renderlo meno pieno di bug. E se lo guardiamo dal loro punto di vista, ti renderai conto che stanno facendo la cosa giusta, perché se stanno investendo 1 ora concentrandosi sull'aggiornamento del sistema operativo per il loro hardware più vecchio, non stanno usando quel tempo per migliorare i loro prodotti nuovi e futuri che potrebbero potenzialmente aumentare le entrate.

È molto probabile che le ultime ammiraglie di tutti gli OEM funzioneranno su Android L (o come si potrebbe chiamare). Ma dobbiamo affrontare il fatto che questi OEM verranno rilasciati solo dopo il rilascio ufficiale di Android L sull'hardware di Google. Ed è quel "dopo" che frustra le persone.

Guarda anche - Nessuna conduttura. Crittografia dei dati pronta all'uso in Google Android L

Accettiamo tutti che questi OEM non siano così eccezionali, perché devono aggiungere le proprie "personalizzazioni" al nuovo sistema operativo e assicurarsi che anche tutte le loro app preesistenti siano aggiornate al nuovo design del sistema operativo. E poi i gestori entrano in scena desiderosi di aggiungere le proprie "funzionalità" (chiamate WiFi, app di tethering, ecc.), Quindi testarle, disconnettersi e quindi aggiornarle prima che siano rese disponibili ai loro utenti della rete. O nel peggiore dei casi, aggiornano il sistema operativo dopo averlo rilasciato ai propri utenti con le funzioni e le personalizzazioni aggiunte. Questo si aggiunge alla sequenza temporale necessaria per rilasciare un OEM di Android e continua a crescere.