Android P Beta è ora sui dispositivi abilitati per Project Treble: guarda quale


Android P Beta è ora sui dispositivi abilitati per Project Treble: guarda quale

Android ha un nuovo sviluppo che si chiama Project Treble ed è stato introdotto con Android Oreo. I dispositivi più moderni e quelli che vengono lanciati con Android 8.0 devono essere compatibili con Treble immediatamente. È stato anche visto come un impulso di sviluppo per ROM.

Dietro il rilascio di Android P Beta su telefoni come OnePlus 6 e Xiaomi Mi Mix 2S, Google afferma che si trattava di Project Treble.

Android P non verrà rilasciato fino a quando ogni anteprima non verrà eseguita correttamente, quindi prima di utilizzare una ROM personalizzata è necessario attendere che Google condivida il codice sorgente ufficiale. Tuttavia, non è stato un ostacolo per alcuni sviluppatori e ora puoi testare e installare Android P su molti dispositivi abilitati per Project Treble basati su Qualcomm Snapdragon (entrambi supportati ufficialmente e non ufficialmente supportati).

Per avere un'idea di ciò di cui abbiamo parlato, ecco un elenco di dispositivi su cui si avvia correttamente.

  1. Xiaomi Redmi Note 5 Pro (cablato)
  2. Xiaomi Redmi Nota 4 (Mido)
  3. Xiaomi Redmi 5 Plus (Vince)
  4. Motorola Moto G5 (Cedric)
  5. Xiaomi Redmi 4x (Santoni)
  6. OnePlus 5T (gnocco)
  7. Samsung Galaxy S9 + (Exynos) (starlte2) - altamente instabile
  8. Xiaomi Mi 5 (Gemelli)
  9. Xiaomi Mi 6 (sagittario)
  10. Xiaomi Redmi 3s / 3x / Prime (terrestre)
  11. Xiaomi Redmi 4 Prime (marchio)
  12. Xiaomi Redmi 4A (Rolex)
  13. OnePlus 5 (cheeseburger)
  14. LG V30 (h930)
  15. Lenovo Zuk Z2 Plus (z2_plus)
  16. Lenovo P2 (kunato)

Affinché funzioni, prima di passare a questa versione beta di Android P., è necessario installare una ROM con supporto Treble non ufficiale.

Anche se alcuni dispositivi possono funzionare bene su questa versione non ufficiale, la maggior parte di loro sono molti o sono semplicemente guasti o hanno funzionalità non funzionanti come Volte. Prima di eseguire il flashing della ROM, alcuni dispositivi hanno anche requisiti rigorosi specifici. Ad esempio, è necessario decrittografare il file OnePlus 5 o OnePlus 5T prima di installare questa versione beta di Android P non ufficiale.

Sorprende davvero gli utenti che per un tale sviluppo Android P possa funzionare su un dispositivo non supportato, figuriamoci su più. Si prevede che ROM più stabili saranno viste una volta che i GSI Android P basati sul sorgente inizieranno a essere disponibili il mese prossimo. Fino ad allora, se vuoi cercare tu stesso come Android P funziona e per provarlo, ma il tuo dispositivo ha il supporto ufficiale / non ufficiale di Project Treble, potresti invece provare questo "semi-GSI" se non puoi aspettare la versione originale.

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.