Aggiornamenti di Android P che cambiano completamente il gioco del sistema operativo


Aggiornamenti di Android P che cambiano completamente il gioco del sistema operativo

Ci siamo abituati agli aggiornamenti Android che modificano solo alcune funzionalità e si concentrano principalmente sugli aggiornamenti di sicurezza. Tuttavia, Android P sarà uno degli aggiornamenti più sostanziali apportati al sistema operativo Android da molto tempo. Questo sistema operativo non ha solo uno, due o anche tre miglioramenti significativi all'esperienza dello smartphone. Reinventa completamente il modo in cui Android lo utilizza, rendendolo più su misura per imparare dalle nostre abitudini e dalle nostre esperienze.

Oggi parleremo di tutte le nuove cose che Android P sta facendo in modo sorprendente, che vanno dalle restrizioni delle app alla luminosità e persino alla lettura delle abitudini adattive dell'IA. Sintonizzati per scoprire di cosa stiamo parlando!

Niente più notifiche

Ora viviamo un'era della tecnologia in cui riaccendere il Wi-Fi dopo soli 30 minuti di tranquillità si traduce in numerose notifiche che paralizzano lo schermo per un paio di secondi. Sono una delle cose più fastidiose che si possa mai dover affrontare. Ora, Android P sta lavorando attivamente per aiutarti a sbarazzartene. Con la modalità Non disturbare, avrai la possibilità di scegliere quali notifiche non verranno visualizzate affatto sullo schermo. Non si troveranno da nessuna parte, il che suona come un sollievo. Sarai in grado di attivare questa modalità semplicemente girando il telefono a faccia in giù su un tavolo.

Modifica quegli screenshot

Hai mai fatto uno screenshot e volevi modificare qualcosa su di esso e inviarlo a un amico? O un collega? O anche un membro della famiglia? È stato un po 'fastidioso dover aprire lo screenshot in un'altra app per farlo? Bene, Google è a conoscenza di questi problemi e con Android P ora puoi modificare quegli screenshot subito dopo averli acquisiti. Ciò non solo consente di risparmiare molto tempo, ma rende anche il processo più fluido.

Luminosità adattiva

Se entri ed esci continuamente da ambienti diversi in cui la stanza è troppo buia o troppo luminosa, allora conosci la difficoltà di dover adattare continuamente la luminosità del telefono. Tuttavia, con Android P quel problema non è più nelle tue mani poiché l'IA impara a regolarlo da sola, dandoti il ​​tempo di concentrare la tua attenzione su altre attività che devi svolgere. Questo tornerà utile soprattutto quando esci in una giornata di sole e ti ritrovi quasi cieco quando lo schermo del telefono è così scuro che non puoi distinguere le icone.

Interfaccia utente AI

Android Oreo ha segnato il primo piccolo passo per far apprendere all'Ai e prendere decisioni proattive per l'utente. Questa volta, Android P sta eccellendo in questo argomento ed è ora in grado di suggerire app ai suoi utenti in base alle abitudini che sta monitorando. Ad esempio, se hai l'abitudine di ordinare cibo o utilizzare un Uber ogni giorno, il sistema operativo ti avviserà e ti suggerirà se desideri farlo.

Più batteria del telefono

Google ha collaborato con DeepMind per lavorare su una funzionalità che farà risparmiare una notevole quantità di durata della batteria. Questa funzione si concentra sull'intelligenza artificiale e le consente di dare un'occhiata al tuo smartphone e alle app che usi continuamente rispetto a quelle che usi raramente. Ciò consentirebbe quindi di classificare le app in argomenti come "attivo" o "raro". Le app rare avranno delle restrizioni che limitano la durata della batteria che potranno utilizzare.

Timeout adulto

Tornando all'idea discussa in precedenza che siamo bombardati da notifiche, tali notifiche potrebbero provenire da app di cui siamo diventati dipendenti. Le menzioni degne di nota includono Facebook, Twitter, Instagram e altri siti di social media. Per frenare questa dipendenza da adulti, Android P ha introdotto una nuova funzionalità che consente di impostare un limite di tempo per l'utilizzo di un'app specifica. Allo scadere di quel limite di tempo l'app diventerà grigia e non potrai riaprirla (ovviamente, se sei disperato, puoi andare nelle impostazioni e rendere disponibile l'app).

Questo tornerà utile per le persone che procrastinano molto e per le persone che sono diventate dipendenti dall'uso dei loro telefoni. Si è parlato in giro sull'introduzione di una variante che trasforma il tuo telefono in nero quando dovresti dormire.

Usa i gesti per navigare

Google sta lavorando alla transizione dal modo ormai normalizzato di scorrere le app attraverso i pulsanti sullo schermo introducendo uno schema di navigazione controllato tramite gesti. Sì, gli utenti per la prima volta dovrebbero dedicare un po 'di tempo ad abituarsi a tutti questi nuovi gesti ma, a lungo andare, questo tipo di passaggio attraverso il telefono rivoluzionerà il sistema operativo nel suo complesso.

Come ottenerlo

Se hai il pixel, Pixel 2, Sony Xperia XZ2, Nokia 7 Plus, Vivo X21, Xiaomi Mi Mix 2S, Oppo R14 Pro o OnePlus 6 allora sei idoneo per iscriverti al periodo di beta testing di Android P. Tieni presente che la versione stabile uscirà probabilmente questo autunno, quindi questa forse ha alcuni bug o alcune funzionalità che non sono completamente ottimizzate. Se vuoi rinunciare al programma beta, dovrai cancellare il tuo telefono da solo e impostare il backup di tutto. Sì, sappiamo che è un compito arduo, quindi fai attenzione alla tua scelta.

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.