Pubblicità

Apple risolverà la falla nella sicurezza di iPhone


Apple risolverà la falla nella sicurezza di iPhone

Alcune persone lo sono state lamentandosi da tempo che il proprio iPhone aveva una scappatoia di sicurezza che consentiva agli hacker di sbloccare facilmente i propri dispositivi senza la necessaria autorizzazione legale. Questo ovviamente non è solo una violazione della privacy, ma anche un modo per gli utenti di farsi rubare i propri dati senza che essi ne siano consapevoli. Questa scappatoia potrebbe essere facilmente risolta dalla gigantesca azienda tecnologica e sembra che Apple abbia finalmente iniziato a fare i primi passi per garantire che questa scappatoia venga chiusa. Questa scappatoia ha anche dato alla polizia una finestra per accedere ai telefoni senza avere l'autorizzazione adeguata per farlo.

Decisione sulla scappatoia di sicurezza per iPhone

Apple ha dichiarato apertamente che la loro mossa per risolvere finalmente questa scappatoia non è in alcun modo dedicata a rendere più difficile per la polizia statunitense ottenere informazioni sui loro sospetti sbloccando i loro telefoni. La società stessa ha assunto una posizione piuttosto difensiva nei confronti della legislazione statunitense, cercando di farsi strada dove non è voluta e costringere le aziende a dare loro accesso ai dati dei propri utenti e alle loro comunicazioni.

Ora, questa scappatoia non viene sfruttata solo negli Stati Uniti. Può essere applicato a paesi al di fuori degli Stati Uniti, come il Regno Unito. E la decisione di Apple di chiuderlo definitivamente si riferisce alla scappatoia che è stata risolta in tutto il mondo.

Ora, dall'altra parte dello spettro, le forze di polizia affermano che essere in grado di sbloccare iPhone e iPad è molto importante per il loro lavoro. C'è stato un conflitto significativo nel 2016 quando Apple ha deciso di rifiutare alle forze dell'ordine l'accesso a un iPhone utilizzato da un uomo armato che ha sparato a 14 persone a San Bernadino. Quando Apple è stata portata in tribunale, un'ordinanza richiedeva di dare all'FBI l'accesso al telefono dell'assassino.

Tuttavia, la società ha rifiutato e questo porta l'FBI a pagare esperti in modo che potessero sviluppare la tecnologia da soli. Ovviamente, non abbiamo mai scoperto quale azienda o quale gruppo di hacker ha aiutato l'FBI a costruire la propria tecnologia di sblocco e probabilmente non lo faremo mai.

Ciò implicherebbe che Apple si schieri con i suoi utenti e si assicuri che i loro dati siano protetti. Se le autorità che vogliono accedervi hanno l'autorizzazione adeguata per farlo (come nel caso del dipartimento di polizia), potrebbero rilasciarlo, ma non su semplice richiesta. Siamo felici di vedere che Apple ha dichiarato che il loro obiettivo principale è proteggere gli utenti da hacker o ladri di identità, o anche da coloro che vogliono acquisire i loro dati.

Pubblicità

Pubblicità

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.

Pubblicità

Benvenuto in Technobezz

Installa l'applicazione
×