La funzione anti-privacy di Apple entrerà in vigore con la prossima versione beta di iOS 14


La funzione anti-privacy di Apple entrerà in vigore con la prossima versione beta di iOS 14

Mentre molte aziende globali hanno rilasciato suggerimenti sulla sicurezza e pubblicato materiale sulla privacy informatica durante il Data Privacy Day, Apple ha deciso di fare qualcosa che evidenziasse ulteriormente il suo impegno a lavorare allo sviluppo di una varietà di tecnologie che avrebbero contribuito a rendere Internet un luogo più sicuro per persone.

Il gigante tecnologico globale ha deciso di commemorare il Data Privacy Day pubblicando un nuovo rapporto che fornisce un resoconto dettagliato delle pratiche seguite nel monitoraggio dei dati e sottolinea anche gli sforzi compiuti dalla società per fermare questa minaccia. Apple ha anche annunciato l'arrivo di una nuova funzionalità anti-tracciamento con la prossima versione beta di iOS 14. L'aggiornamento dovrebbe avvenire durante la stagione primaverile quest'anno.

La serietà di Apple nel combattere il tracciamento dei dati e altri problemi legati alla sicurezza informatica è evidente anche in alcuni dei loro recenti sforzi. Nel dicembre 2020, Apple ha preso l'iniziativa di introdurre etichette nutrizionali per la privacy sul suo App Store. C'è anche la trasparenza del tracciamento delle app che sarà presto lanciata caratteristica di cui Facebook ha parlato duramente.

Nel suo annuncio ufficiale, Apple ha dichiarato che la funzione anti-privacy sarà resa disponibile con il prossimo aggiornamento Beta dell'azienda. La funzione è un netto allontanamento dal tag Identifier for Advertiser (IDFA) che rende obbligatorio per le app chiedere l'autorizzazione prima di tracciare qualsiasi utente. La funzione, per impostazione predefinita, consentirà agli utenti di disattivare il monitoraggio degli annunci. Quando qualcuno apre l'app per la prima volta, viene visualizzata una finestra di dialogo con due opzioni distintive: "Consenti monitoraggio" e "Chiedi alle app di non tenere traccia".

Secondo Apple, la funzione anti-privacy verrà lanciata "all'inizio della primavera".

Oltre all'annuncio sulla funzione Anti-Privacy, il gigante della tecnologia ha pubblicato un altro rapporto che si concentra sulla privacy e getta un po 'di luce su un imminente discorso che sarà tenuto dal CEO di Apple Tim Cook alla conferenza Computers, Privacy e Data Protection a Bruxelles di giovedì.

La privacy rapporto è stato chiamato "Un giorno nella vita dei tuoi dati" e sembra essere una guida illustrata alle diverse tecniche di tracciamento dei dati utilizzate dai broker di dati e dalle diverse organizzazioni. Oltre a fornire una panoramica delle diverse pratiche, porta in primo piano anche le statistiche di tracciamento generate da fonti di terze parti.

Apple ha anche rilasciato informazioni su molte delle sue funzionalità e politiche che hanno contribuito a ridurre il monitoraggio degli annunci e altri tipi di raccolta di dati. Alcune delle politiche generali includono la riduzione del volume dei dati raccolti, l'elaborazione dei dati disponibili su un particolare dispositivo, un miglioramento della trasparenza e del controllo dell'utente e l'implementazione delle pratiche di sicurezza necessarie per mantenere i dati degli utenti al sicuro.

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.