Deezer contro Spotify


Deezer contro Spotify

Fondato nel 2006 come Blogmusik prima di cambiare il suo nome in Deezer nel 2007, questo servizio di streaming musicale online consente agli ascoltatori di accedere alla musica di etichette discografiche internazionali attraverso i loro dispositivi sia online che offline. Nella libreria del sito, hanno oltre 50 milioni di brani con licenza e migliaia di stazioni radio. Gli utenti possono ascoltare la musica tramite Android, iOS, macOS e Windows, tra gli altri.

Spotify è anche un servizio di streaming musicale fondato nel 2006 in Svezia. L'app ha una libreria piena di musica, video e podcast di innumerevoli artisti internazionali. Fa appello a molti utenti poiché tutto ciò che serve per ottenere l'accesso gratuito alla loro libreria multimediale è registrarsi con il tuo indirizzo e-mail o accedere tramite il tuo account Facebook.

Entrambi hanno i pacchetti gratuiti e premium e, inutile dirlo, gli abbonati premium hanno di meglio.

Per inciso, i costi di abbonamento per entrambi i siti sono simili. Il canone mensile e il piano famiglia vanno tutti allo stesso importo rispettivamente di $ 9.99 e $ 14.99. Deezer ha 16 milioni di abbonati mentre Spotify ha 83 milioni. Diamo un'occhiata all'argomento di Deezer contro Spotify e perché uno ha più abbonati dell'altro.

Vedi anche: HBO GO vs HBO NOW

UX (esperienza utente) e design dell'interfaccia:

Spotify:

Le interfacce per entrambi i siti sono abbastanza simili sia nella navigazione che nell'arrangiamento della musica. Tuttavia, a causa del suo sfondo scuro, gli annunci nell'abbonamento gratuito su Spotify distraggono meno. Su Spotify, hai la possibilità di ridurre al minimo gli annunci di ascolto per consentirti di procedere con la tua esperienza di navigazione musicale sul sito.

Deezer:

A causa della sua interfaccia brillante, gli annunci nella fase di abbonamento gratuito di Deezer sono "rumorosi" e distraggono dall'intera esperienza. Inoltre, gli annunci su questo sito erano visivamente meno invitanti rispetto a quelli su Spotify. Su Deezer, sei costretto a guardare un annuncio in ascolto senza alcuna possibilità di ridurre a icona lo schermo per continuare la tua esplorazione del sito.

Scoperta della musica:

Le librerie musicali sia per Deezer che per Spotify sono per lo più simili, forse alcune differenze qua e là. Entrambi i siti hanno i loro approcci per aiutare i propri utenti a scoprire nuova musica.

Deezer:

Sotto la scoperta della musica, che è un sistema che ti aiuta a scoprire nuova musica, gli utenti di Deezer hanno una funzione chiamata playlist "Flow". Funziona componendo una playlist personale per te seguendo la musica delle tue playlist passate. Ciò significa che la musica che sarà nell'elenco "Flow" di Mike sulla sua app Deezer sarà diversa dalla playlist "Flow" di Molly. Questa è principalmente musica che non hai ascoltato prima, ma è simile a quella che hai richiesto nel servizio di streaming musicale.

La seconda playlist automatica che hanno si intitola "Ispirata da". Questo è progettato attorno ai tuoi artisti preferiti. Ad esempio, se ascolti molto Kanye West e The Weekend, ti darà musica che, sebbene non sia eseguita da quegli artisti, appartiene allo stesso stile / genere. E come funzione di scoperta della musica, tutto questo è musica che non hai mai sentito prima.

Spotify:

Questo servizio di streaming offre ai suoi utenti un po 'più di diversità nel loro sistema di scoperta musicale.

Innanzitutto, hanno la playlist "Discover Weekly" che viene composta per te una volta alla settimana. È creato attorno a canzoni che non hai incontrato ma anche a canzoni che sono simili nel genere alle canzoni che ascolti normalmente.

Successivamente, c'è la playlist "Release Radar". In questa playlist è presente la musica appena pubblicata dei tuoi artisti preferiti. Pertanto, ti tiene aggiornato con tutti i tuoi amati artisti mentre pubblicano nuova musica.

La playlist "Tastebreakers" è composta da musica che non hai mai sentito prima e, anche se è musica che non appartiene al tuo genere abituale, è comunque contrassegnata come musica che desideri.

È importante notare che tutte queste sono funzionalità disponibili solo per gli abbonati premium di entrambe le app.

Aspetti sociali e di networking:

Quando si tratta di social network, entrambi i siti ti consentono di condividere musica con i tuoi account di social media, permettendoti di condividere effettivamente nuova musica con i tuoi follower.

Spotify:

A causa dei molti abbonati che Spotify ha rispetto a Deezer, potresti trovare più amici su Spotify di quanti ne hai su Deezer. A causa di queste reti più ampie su Spotify, puoi creare quelle che vengono chiamate "playlist collaborative". È qui che molte persone, che si conoscano o meno, si uniscono per creare una playlist. È anche un modo per scoprire nuovo materiale ascoltando ciò che gli altri stanno ascoltando. Spotify ti consente di condividere le tue playlist con i tuoi amici e di accedere alla playlist di un amico di Facebook all'interno dell'app.

Deezer:

D'altra parte, con Deezer, è difficile lanciare una rete così ampia quando solo pochi dei tuoi amici la usano. È, quindi, più limitante quando si tratta dei tuoi aspetti sociali. Se stai cercando più visibilità, allora accontentati dell'app che è più comunemente usata tra i tuoi amici, che si tratti di Deezer o Spotify.

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.