Edward Snowden pensa che quest'anno un gran numero di smartphone Apple sarà compromesso


Edward Snowden pensa che quest'anno un gran numero di smartphone Apple sarà compromesso

L'ex consulente della NSA Edward Snowden pensa che il rifiuto dell'FBI di fornire informazioni ad Apple su come ha sbloccato l'iPhone dell'assassino di San Bernardino si tradurrà in un attacco globale agli utenti di iPhone quest'anno. Questo perché l'azienda non è in grado di riparare la vulnerabilità che ha consentito all'agenzia di accedere, con l'aiuto di alcuni hacker, ai dati del telefono.

Snowden ha scritto sul suo account Twitter che un gran numero di smartphone Apple sarà compromesso fino ad agosto di quest'anno.

 

Si riferisce al modello di iPhone 5C che apparteneva a Syed Rizwan Farook. L'uomo, insieme alla moglie Tashfeen Malik, lo scorso anno hanno aggredito con armi da fuoco il dipartimento di sanità pubblica della contea di San Bernardino, e 14 persone sono morte e altre 22 sono rimaste gravemente ferite. I due aggressori sono stati uccisi dalla polizia in una sparatoria.

Apple ha rifiutato di sbloccare l'iPhone, nonostante un ordine della giustizia. Tim Cook, amministratore delegato dell'azienda, ha affermato che la decisione del tribunale costringerebbe Apple a creare una scappatoia nell'iPhone, che è "troppo pericolosa". Questa scappatoia è stata creata in seguito dall'FBI.

La società ha successivamente affermato che il metodo utilizzato dall'Ufficio investigativo federale per sbloccare il telefono funziona solo nel caso di quel modello (5C). Il direttore dell'FBI James Comey ha riconosciuto che lui e il metodo utilizzato non funzionano solo su dispositivi più vecchi. Tuttavia, decine di milioni di tali terminali iPhone sono in uso in tutto il mondo.

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.