Pubblicità

Facebook Messenger e WhatsApp hanno detronizzato gli SMS


Facebook Messenger e WhatsApp hanno detronizzato gli SMS

Ci sono molti motivi per utilizzare Facebook Messenger e WhatsApp, ma ti aspetteresti che quelle piattaforme abbiano un ruolo cruciale nelle nostre vite.

Alla conferenza tenuta pochi giorni fa da Facebook negli Stati Uniti, Mark Zuckerberg ha fatto delle rivelazioni molto spettacolari sul portafoglio di servizi di messaggistica. Dopotutto, Facebook Messenger è una componente molto importante di Facebook, mentre WhatsApp è un'altra importante entità che opera in modo indipendente sotto la protezione dell'azienda americana. Potresti essere tentato di pensare che entrambi servano lo stesso pubblico e, funziona davvero bene, ma ciò non nega quanto sia impressionante il numero di messaggi consegnati ogni giorno per due applicazioni. Prima di arrivare ai dettagli tecnici è opportuno conoscere il numero di utenti ciascuno corrispondente per meglio comprendere il livello di distacco degli utenti Internet dal formato classico dei messaggi SMS a favore delle nuove tecnologie.

In sostanza, durante l'ultimo inventario, WhatsApp ha superato il miliardo di utenti attivi che inviano un messaggio ogni mese, forse di più. Per quanto riguarda Facebook Messenger, il valore ha raggiunto fino a 900 milioni di utenti attivi mensilmente. Essendo molto difficile conoscere il numero di coloro che usano regolarmente sia WhatsApp Messenger che Facebook, Zuckerberg è salito sul palco per dire che le piattaforme di chat inviano 60 miliardi di messaggi al giorno. A titolo di confronto, l'analisi più recente allo stesso modo sui messaggi SMS si è riflessa in 20 miliardi al giorno. Non sappiamo esattamente quanto sia reale quel valore per i messaggi brevi inviati dagli operatori di telefonia mobile, ma è ovvio che la maggior parte di noi utilizza uno smartphone e dipende sempre meno da una rete telefonica.

L'ultimo messaggio statistico di WhatsApp è stato inviato 30 miliardi di messaggi ogni giorno, un numero che era di attualità nel gennaio dello scorso anno.

Pubblicità

Pubblicità

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.

Pubblicità