Perché il futuro dei computer consiste in un gadget piccolo come un accendino


Perché il futuro dei computer consiste in un gadget piccolo come un accendino

Il settore dei PC si trasforma costantemente per adattarsi alle esigenze di un pubblico utilizzato con la versatilità e la portabilità di smartphone e tablet. All'inizio era l'ultrabook, seguito dai dispositivi 2-1n-1, e ora assistiamo all'ennesimo revival del computer: è pilotato da Intel e ha la forma di una chiavetta USB, in grado di darvi la potenza di elaborazione è necessario per le normali attività.

I processori hanno influenzato, a mio avviso, sin dal suo inizio, la forma dei PC. Grazie al design di riferimento di Intel ora abbiamo ultrabook e HTPC, dispositivi che sono diventati molto popolari in pochissimo tempo. Non molto tempo fa, l'azienda ha introdotto sul mercato l'idea del Compute Stick. Questi dispositivi hanno il potenziale per diventare comuni come gli altri due menzionati in precedenza. Technobezz ritiene che potrebbe accadere, soprattutto se si tiene conto delle prestazioni offerte dalla seconda generazione di Compute Stick di Intel.

Il PC è in continua trasformazione. L'ultima forma di elaborazione è rappresentata dai ben noti Mini PC. Intel Compute Stick e Intel Next Unit of Computing (Intel NUC) sono disponibili in configurazioni robuste, in grado di fornire prestazioni simili a quelle di un computer classico. Rappresentano la nuova forma del tuo PC, quindi diventerà sempre più comune, soprattutto perché migliora da una generazione all'altra. Ad esempio, Intel Compute Stick di seconda generazione è più efficiente in termini di costi, che si basa sulla sesta generazione di processori Intel Core e sui più recenti processori Intel Atom.

Questi dispositivi stanno migliorando da una generazione all'altra e in futuro c'è la possibilità di vedere anche varianti di Intel Compute Stick ideali per i giochi.

Che tipo di utenti avrebbero bisogno di un Compute Stick?

Questi nuovi tipi di PC sono progettati sia per la casa che per l'ufficio. Oltre ad essere incredibilmente piccoli, offrono prestazioni simili ai computer classici. In primo luogo, soddisfano il bisogno di mobilità di determinati utenti. Intel Compute Stick trasforma qualsiasi TV o monitor con HDMI in un computer, il che consente agli utenti di avere sempre le informazioni necessarie, sia a casa che in ufficio. Inoltre, grazie alla sua potente configurazione può svolgere una moltitudine di attività, dall'editing di documenti fino al gaming.

Sebbene i giochi semplici non diano fastidio all'ultima versione di Intel Compute Stick, questo gadget non può essere considerato un gioco. Tuttavia, in futuro le cose potrebbero cambiare.

Con l'avanzare dei processori, sono diventati più piccoli e più performanti. Considerando che il cuore e il cervello di un PC sono seduti nel processore è impossibile non chiedersi quanto piccolo possa diventare un PC. La risposta? Molto meno di quanto avresti potuto immaginare qualche anno fa.

Se ora abbiamo un PC piccolo fino a 10 cm, in futuro è del tutto possibile che raggiunga le dimensioni di una chiavetta USB. Gli sviluppi tecnologici si basano sulle esigenze degli utenti, alla ricerca di dispositivi per garantire mobilità, prestazioni e sicurezza per i propri dati. Il processore è colui che garantisce tutto questo e giocherà un ruolo importante in futuro.

Apparentemente, tutti sono stati aperti a questo PC e la prima generazione di Intel Compute Stick "è stata accolta molto bene sul mercato locale" e "le persone sono sempre aperte al nuovo, desiderose di avere i gadget e i dispositivi più recenti". ha affermato Bogdan Georgescu, Channel Account Manager di Intel.

Intel-Bogdan-Georgescu

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.