Gmail vs Outlook - Confronto delle migliori caratteristiche e miglioramenti


Gmail vs Outlook - Confronto delle migliori caratteristiche e miglioramenti

Se in questi giorni hai bisogno di un servizio di posta elettronica, molto probabilmente dovrai scegliere tra Outlook e Gmail. Entrambi sono servizi affidabili e affidabili, ma cosa fai se devi sceglierne solo uno? Oggi daremo uno sguardo a questi due servizi di posta elettronica e vedremo quali sono le principali differenze tra i due.

  1. Prezzo e spazio di archiviazione

Se desideri utilizzare Gmail o Outlook per l'azienda, puoi scaricarlo con il resto degli abiti da ufficio a cui appartengono, ovvero Microsoft Office 365 o G-Suite. G-Suite offre 2 prezzi: $ 5 al mese per utente è il costo per 30 GB suddivisi tra Gmail e le altre app per ufficio di Google. Se paghi $ 5 extra per utente, puoi eseguire l'upgrade allo spazio di archiviazione illimitato su tutte le piattaforme.

Nel frattempo, Outlook offre vari piani. Il più economico costa $ 8 al mese e offre 50 GB per la tua casella di posta. Il resto della suite cloud office riceve 1 TB di spazio. In quanto tale, possiamo pronunciare Outlook il vincitore qui.

  1. L'opzione di ricerca

L'opzione di ricerca è particolarmente utile, ad esempio, se devi rintracciare una vecchia email. Gmail ti offre la possibilità di cercare le email più vecchie mentre ne scrivi di nuove. Tuttavia, l'intero processo è piuttosto goffo. Ti fa perdere le date, le anteprime dei messaggi e l'oggetto che stai effettivamente cercando. Anche se hai una visualizzazione a doppio riquadro della posta in arrivo, non puoi comunque vedere tutto. Il problema principale qui è che non puoi vedere contemporaneamente la barra di ricerca, il nuovo messaggio e la posta in arrivo.

D'altra parte, Outlook offre un processo più pulito del nuovo messaggio. Anche la loro opzione non è perfetta, ma la visualizzazione predefinita della posta in arrivo è a doppio pannello. Tuttavia, è meglio poiché puoi ancora vedere il nuovo messaggio mentre cerchi le email meno recenti.

  1. Integrazione del calendario

Con questa categoria, devi sapere fin dall'inizio che nessuna delle due piattaforme offre una vera soluzione per il calendario. Ti offrono la possibilità di sincronizzare gli eventi con il calendario, ma non puoi visualizzare contemporaneamente la Posta in arrivo e il calendario nella stessa scheda. Se fai clic sulla barra degli strumenti in Outlook, ti ​​porta in una finestra separata. In Gmail, se fai clic sull'icona del calendario, lascerà aperta la posta in arrivo e aggiungerà una nuova scheda / finestra con essa.

  1. UX

Certo, l'estetica è soggettiva, ma è importante anche quando si sceglie un servizio di posta elettronica. Nessuno vuole affaticare gli occhi più del necessario, quindi hai sicuramente bisogno di alcune opzioni di personalizzazione. In generale, Gmail illumina i tuoi occhi, offrendo un testo più grande di quello utilizzato in Outlook. Inoltre, usano anche il grassetto quando necessario, insieme all'ombreggiatura della posta in arrivo. Tuttavia, Outlook è più bravo a contrassegnare le e-mail, poiché l'intera riga verrà evidenziata in giallo.

  1. Sicurezza

Quando si tratta di sicurezza, Gmail è decisamente migliore. Hanno utilizzato la funzionalità di autenticazione in due passaggi molto prima che Microsoft la usasse sui propri client. Questo si traduce nel fatto che se qualcuno riesce a rubare la tua password, non può accedere all'account. Avranno ancora bisogno di qualcos'altro per accedere, come un codice di sicurezza, domande di sicurezza, un touch ID o una scansione della retina.

Nel frattempo, Outlook utilizza anche un processo di autenticazione in due passaggi, sebbene l'hanno aggiunto solo nel 2016. La differenza principale qui è il fatto che Outlook ti consente di vedere immediatamente qualsiasi immagine, mentre Gmail ti consente di selezionarla prima, il che è meglio per il sicurezza.

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.