Google e Huawei per andare alla prova per i problemi di bootloop del Nexus 6P


Google e Huawei per andare alla prova per i problemi di bootloop del Nexus 6P

Un anno fa, ad aprile, è iniziato un esame di attività in classe, riguardante Google, Huawei, e il 6P Nexus problemi di bootloop. Numerosi clienti annunciavano problemi con il 6P Nexus, che continuava a spegnersi arbitrariamente, nonostante la carica della batteria fosse al 60%.

Diversi client hanno rivelato loop di avvio infiniti e consumo della batteria. I proprietari di Nexus 6P hanno dichiarato che Google e Huawei non avevano nulla da dire su questo problema. La causa ha dimostrato che conoscevano le imperfezioni e vendevano ancora i gadget.

Cosa aveva da dire il giudice al riguardo

Il caso va avanti da quasi un anno e abbiamo scoperto cose nuove da condividere con voi al riguardo. Il giudice Beth Labson Freeman del tribunale distrettuale degli Stati Uniti della California settentrionale ha emesso una decisione di negare le mozioni di Google e Huawei al fine di archiviare il caso. Ha inoltre respinto le affermazioni che mostravano che i casi non giustificano una class action. I reclami in garanzia potranno continuare nei confronti di Huawei e i reclami assicurativi dell'acquirente statale continueranno nei confronti di Google.

Non è stato un periodo davvero buio per Google e Huawei perché non tutte le notizie erano terribili. Il giudice ha respinto alcune dichiarazioni errate o richieste di estorsione, così come le garanzie e le accuse fuori linea. Le parti offese possono sostituire questi casi in un'obiezione corretta. E hanno dimostrato di avere tutte le intenzioni per farlo.

Ma cosa significa questo, in realtà?

La causa per azioni collettive non finirà presto. Ma il caso è ancora lontano dall'essere concluso. Ci è voluto quasi un anno per ottenere questa notizia e probabilmente ci vorrà molto più tempo per risolvere completamente questo caso.

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.