Pubblicità

Problemi di Google Chrome e Windows 10 S.


Problemi di Google Chrome e Windows 10 S.

Le dure politiche trovate intorno alle app sul modello Windows 10 S potrebbero portare all'esclusione di Google Chrome da questo sistema. Tuttavia, anche se Google deciderà di sostenere la versione più semplice di Windows, ciò significherebbe che avrebbero bisogno di un'app completamente diversa da quella a cui le persone accedono oggi per godersi il browser più popolare al mondo.

Notizie tristi per i fan

Secondo ZDNEt, Microsoft ha confermato che le app di Windows Store che devono navigare sul Web devono fare affidamento su motori JavaScript e HTML, forniti dalla piattaforma Windows. Attualmente, la versione Windows di Chrome non utilizza questi motori.

Con Windows 10 S, puoi installare app solo dal Windows Store ufficiale. In quanto tale, questa menzione fatta da Microsoft elimina ogni possibilità che Chrome venga incluso nella piattaforma. L'unica possibilità sarebbe che Google rielaborasse il browser in modo che possa utilizzare i motori preferiti da Microsoft. Ma anche in questo caso, gli utenti non possono scegliere Chrome come browser predefinito nel sistema.

Cosa sta facendo Google?

Tuttavia, Google non sta perdendo tempo. Qualche mossa in effetti si è mossa in questa direzione, e questo si riferisce al fatto che il browser Chrome dedicato a iOS si affida a WebKit e non al motore Blink solitamente utilizzato da Google. Ha le stesse basi del browser Safari progettato da Apple, ma l'utente si sente come se stesse navigando con Google. Da quello che sembra, questa opzione è abbastanza popolare e Microsoft dovrebbe perdere alcuni fan se decidessero di smetterla.

D'altra parte, Microsoft ha suggerito che le persone che utilizzano Windows 10 S possono eseguire l'aggiornamento a Windows 10 Pro se vogliono godere di un'esperienza tradizionale con app aperta.

Pubblicità

Pubblicità

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.

Pubblicità