Come deframmentare il disco rigido in Windows 10


Poiché i file vengono salvati durante l'utilizzo del PC, spostati o addirittura eliminati per un periodo di tempo sull'unità, piccoli pacchetti di dati vengono sparsi in tutti i luoghi e le posizioni casuali sul disco e questo rende la decodifica delle informazioni sul disco rigido da prendere molto più tempo in quanto la testina di lettura deve spostarsi in più posizioni piuttosto che leggere semplicemente i dati in modo ordinato. Dopo un certo periodo di utilizzo del computer, il tuo disco rigido si frammenta e questo rallenta notevolmente il tuo laptop o desktop facendolo trascinare praticamente tutto. La ragione principale di questa lentezza è che il computer dovrebbe controllare i diversi punti menzionati sul disco rigido per i file richiesti dall'utente tramite i comandi di sistema. Fortunatamente, Windows ha uno strumento integrato per deframmentare i file. Qui, ti mostreremo come deframmentare il disco rigido in Windows 10.

Vedi anche: Come disabilitare le notifiche delle app di Windows 10

Deframmentazione pianificata

Windows 10 ha un'opzione di pianificazione proprio come Windows 7 e 8 per deframmentare i file per te, per impostazione predefinita una volta alla settimana. Questa pianificazione settimanale non è così coerente che a volte i file inizieranno a richiedere più tempo per caricarsi e in questo caso sarà necessario deframmentare il disco rigido da soli.

Attenzione prima di tentare la deframmentazione

  • Le unità a stato solido (SSD) funzionano in modo molto diverso rispetto alle unità HD tradizionali. È noto che gli SSD possono danneggiarsi durante la deframmentazione poiché consumano anche l'unità, quindi questo non dovrebbe essere un esercizio così frequente.
  • Tuttavia, l'SSD viene deframmentato una volta al mese dal sistema. Questo non è così pericoloso in quanto ha lo scopo di prolungare la durata e le prestazioni dell'unità.

Ciò, quindi, significa che con gli SSD, non è necessario preoccuparsi della deframmentazione perché il sistema Windows farà il lavoro per te. Di seguito è riportata una guida su come deframmentare quei file e anche quando è necessario.

Deframmentazione del disco rigido in Windows 10

Metodo 1: deframmentazione manuale del disco rigido

  • Nella barra delle applicazioni cerca "ottimizza" o "deframmenta" e premi Invio per aprire lo strumento di ottimizzazione del disco.
  • Seleziona il tuo disco rigido e fai clic su Analizza. (Questa opzione non è disponibile per SSD)

  • Annotare i risultati e le percentuali mostrate.
  • Se non si ha fretta di utilizzare la macchina, affinché l'unità sia completamente deframmentata, selezionare l'opzione "Ottimizza" e consentire a Windows di deframmentare in modo efficiente l'unità.
  • Nell'utilità Optimize Drives, l'unità dovrebbe indicare 0% frammentato al termine di tutto quanto sopra.

 

Metodo 2: abilitare l'Utilità di deframmentazione dischi per funzionare automaticamente

I passaggi seguenti consentono di configurare una pianificazione su come e quando deve funzionare la deframmentazione

  • Passaggio 1: selezionare e fare clic sul "menu Start" sulla barra delle applicazioni
  • Passaggio 2: vai al pannello di controllo e seleziona il sistema o l'opzione di sicurezza a seconda della configurazione del dispositivo.
  • Passaggio 3: nella sezione "Strumenti di amministrazione", seleziona "Deframmenta il tuo disco rigido" e premi Invio
  • Passaggio 4: seleziona "Configura pianificazione"
  • Passaggio 5: scegli la pianificazione che ti piace, prendi nota che la data e l'ora in cui scegli il computer saranno accese e nessuno lo utilizzerà.
  • Passaggio 6: infine fare clic su "OK"

Una volta frammentato con successo, il PC funzionerà effettivamente notevolmente meglio e più velocemente. Lo spazio disponibile su disco aumenterà anche dando al tuo dispositivo più spazio di archiviazione e migliori prestazioni della RAM. La frammentazione può anche correggere i tempi di avvio del dispositivo oltre alle correzioni di bug. Per riferimenti futuri, è sempre meglio avere file solidi di grandi dimensioni nel dispositivo piuttosto che avere più file piccoli. Ciò farà risparmiare sulle prestazioni.