Come bloccare lo schermo su Android


Android è un sistema operativo progettato principalmente per dispositivi intelligenti come smartphone e tablet. Sebbene non sia sviluppato da Google, oggi i termini Android e Google sono sinonimi e una volta possono a malapena andare senza l'altro. Oggi, Android ha la particolarità di avere il sistema operativo più popolare al mondo dal 2011. Ciò è particolarmente vero con smartphone e tablet. E dal 2020, Google Play Store vanta quasi 3 milioni di app che possono essere scaricate sui tuoi dispositivi Android.

Con oltre due miliardi di abbonati Android al mese, è fondamentale che tutti questi utenti sappiano come bloccare i propri dispositivi. Esamineremo i dispositivi che risalgono al sistema operativo Android 2.2.

Vedi anche: Come abilitare la modalità oscura su Android 10

Blocco dello schermo Android

Il modo più comune per bloccare lo schermo del tuo dispositivo Android è utilizzare il pulsante di accensione. Ma a parte questo, c'è anche la possibilità di scaricare app o, passando attraverso le Impostazioni per bloccare lo schermo.

  1. Per evitare di esaurire la manopola di accensione, scarica un'app gratuita chiamata Spegni schermo da Google Play Store. Una volta installato, aprilo e attivalo, chiedendo di visualizzare due icone sulla schermata iniziale. La prima icona indica Spegni e la seconda indica Spegni informazioni. Ci interessa solo la prima icona per bloccare lo schermo Android, quindi toccala delicatamente. È disponibile su Android 2.2 o versioni successive.
  2. Accedi a Google Play Store e scarica l'app chiamata Schermata Gravity - On / Off. Questa app utilizza radar a distanza e gravità per accendere o spegnere lo schermo. Una volta installato, non è nemmeno necessario toccare il tuo dispositivo smart, posizionarlo a faccia in giù e si blocca automaticamente. Prendilo e giralo per sbloccarlo.
  3. Senza il coinvolgimento delle app, l'altro modo per bloccare lo schermo è passare dal telefono. Quindi, sul tuo smartphone Android, vai su Impostazioni quindi scorri fino a trovare l'icona Blocca schermo e quindi toccala. Puoi scegliere il tipo di blocco dello schermo che desideri tra tre opzioni: Sequenza, PIN o Password. Puoi anche utilizzare la biometria (riconoscimento facciale o impronte digitali) che ti consentono di aggirare i blocchi dello schermo sopra menzionati, soprattutto quando le tue mani sono altrimenti occupate.

Scorciatoie della schermata di blocco

Ci sono quei casi in cui lo schermo è bloccato e hai urgente bisogno di utilizzare una delle tue app utilizzate di frequente. È per questo motivo che dovresti creare scorciatoie sulla schermata di blocco del tuo dispositivo Android.

A seconda della versione del tuo dispositivo Android, potresti avere l'opzione di più di due app nella scorciatoia della schermata di blocco.

Per attivarlo, vai su "Impostazioni", quindi "Schermata di blocco", quindi fai clic su "Collegamenti app". Avrai la possibilità di scegliere un'app per il lato inferiore sinistro dello schermo e un'altra app per il lato inferiore destro.

Per provarlo, torna alla schermata principale e blocca il telefono. Premi la manopola di accensione per aumentare di giri lo schermo e vedrai le icone delle tue app.

Fai scorrere il dito da sinistra a destra o da destra a sinistra a seconda dell'angolo dello schermo a cui desideri accedere. La tua app si aprirà rapidamente.

Smart lock

Con questa opzione, puoi lasciare leggermente andare le redini quando ti trovi in ​​un ambiente sicuro. Il telefono si sbloccherà automaticamente in questi tre scenari.

Uno, se il tuo gadget è sulla tua persona. Lo sbloccherai solo una volta e finché rimane in movimento il telefono lo rileverà e rimarrà sbloccato. Dopo aver rilevato che è stato posizionato, si bloccherà.

Due, se ti trovi in ​​un luogo sicuro come casa tua, il tuo telefono lo percepirà tramite GPS e si sbloccherà.

In terzo luogo, se il tuo telefono è connesso tramite Bluetooth a un dispositivo che si trova nell'elenco "attendibili", rimarrà per tutta la sessione.

Per molte di queste funzioni, il nocciolo varia da gadget a gadget, sebbene l'approccio generale sia lo stesso.