Come aggiornare Windows 10


L'unico aspetto dei computer, dei telefoni e dei gadget moderni che li rende unici è sicuramente la capacità di aggiornare il software e le applicazioni di sistema. Windows lo ha sicuramente imparato e rilascia aggiornamenti abbastanza regolarmente, il che rende le prestazioni degli utenti ancora più piacevoli e abbastanza impeccabili. Gli aggiornamenti, ovviamente, possono essere fastidiosi a volte, specialmente quando arrivano in un momento in cui l'utente non ha riscontrato alcun problema e ritiene che sia piuttosto inutile. Tuttavia, è importante sapere che anche gli aggiornamenti svolgono un ruolo chiave nel "mantenere" prestazioni perfette, quindi possono effettivamente "prevenire" eventuali problemi sui dispositivi. Pertanto, è sempre più saggio saltarci sopra non appena vengono lanciati. Ecco una semplice guida per garantire un'esperienza impeccabile con Windows 10 tramite gli aggiornamenti.

Vedi anche: Il microfono di Windows 10 non funziona: come risolverlo

L'aggiornamento automatico

Essendo macchine intelligenti, i computer possono semplicemente aggiornarsi da soli non appena viene rilasciato l'aggiornamento. Questa funzione è preimpostata per verificare automaticamente la presenza di nuovi aggiornamenti periodicamente. A causa di problemi di connettività, tuttavia, il computer in genere verifica la disponibilità di aggiornamenti ogni volta che è connesso a una rete funzionante. Ecco alcuni punti da notare riguardo all'aggiornamento automatico.

  • Gli aggiornamenti automatici possono essere impostati su una frequenza, ovvero il computer controllerà eventuali aggiunte recenti dallo sviluppatore a intervalli prestabiliti.
  • Accedi alle impostazioni e fai clic su sicurezza e aggiornamenti.
  • Impostare la frequenza preferita per i controlli degli aggiornamenti, ad esempio ogni settimana.
  • L'aggiornamento di solito consuma molti dati e può masticare molti dati. Ciò significa che se Windows si aggiorna mentre si trova su un pacchetto limitato, sicuramente non andrà bene. Per evitare ciò, tieni presente che Windows 10 controllerà automaticamente la disponibilità di aggiornamenti non appena è connesso a una rete, quindi imposta semplicemente la rete limitata come "connessione a consumo".
  • Fare clic sulla rete che non si desidera utilizzare per gli aggiornamenti e accedere alle sue proprietà.
  • Scorri verso il basso sulle opzioni e imposta il pulsante "imposta come connessione a consumo" su "ON".

L'aggiornamento automatico si concentra principalmente sul download di tutte le nuove funzionalità dell'aggiornamento come patch di sicurezza, immagini e correzioni di bug. Una volta completato il download, tramite una pianificazione preimpostata o un controllo estemporaneo, Windows 10 darà una notifica che il computer deve applicare o installare le nuove funzionalità di aggiornamento. Tutto quello che devi fare è semplicemente riavviare il computer. Questo processo non è facoltativo, tuttavia, puoi scegliere di posticiparlo sebbene, una volta spento il computer, installerà comunque gli aggiornamenti alla successiva accensione. Questo, ovviamente, può richiedere del tempo, quindi è meglio farlo da solo quando non hai fretta di usare il dispositivo.

L'aggiornamento manuale

Se il computer è impostato su una frequenza di aggiornamento, non installerà nulla fino al tempo designato, il che può essere scomodo soprattutto per gli aggiornamenti critici come le patch di sicurezza. La cosa buona, tuttavia, è che può essere semplicemente comandato di aggiornare.

  • Innanzitutto, connettiti a una rete potente e assicurati che non sia su un piano dati limitato perché gli aggiornamenti di solito utilizzano molti dati.
  • Vai al menu Start di Windows nell'angolo inferiore sinistro della homepage e fai clic per le opzioni.
  • Fare clic sul pannello delle impostazioni che viene visualizzato come un simbolo di ingranaggio.
  • Vai all'opzione per Aggiornamenti e sicurezza e selezionala.
  • Un pannello a sinistra mostrerà le opzioni per gli aggiornamenti di Windows. Seleziona l'opzione "Verifica aggiornamenti" e attendi che il dispositivo proceda.

Se sono disponibili aggiornamenti, Windows chiederà di avviare il processo di aggiornamento. È inoltre possibile impostare facilmente una pianificazione degli aggiornamenti per evitare interruzioni e consentire al dispositivo di eseguire i download necessari in background e riavviarsi in un secondo momento per applicare le modifiche. Se non vengono visualizzati aggiornamenti, va tutto bene.