Pubblicità

Incontra la Ford che può guidare da sola nell'oscurità completa


Incontra la Ford che può guidare da sola nell'oscurità completa

Quando abbiamo parlato per la prima volta delle auto autonome, volevamo che simulassero la presenza di un guidatore umano al volante, ma Ford ha portato questo concetto a un livello completamente diverso.

Attraverso una combinazione di tecnologia dei sensori altamente sviluppata e intelligenza artificiale, la Ford ci ha mostrato pochi giorni fa un'auto in grado di guidarsi da sola nel buio totale, senza alcun intervento da parte di una persona. Attraverso questo esperimento, l'azienda americana mira a dimostrare e gestire, l'idea di un'auto a guida autonoma dovrebbe andare oltre le capacità di un essere umano. Inoltre, lo scopo di Ford era quello di dimostrare che è molto più avanti rispetto ai concorrenti, anche se non sappiamo esattamente quando vedremo questa tecnologia in un'auto disponibile sul mercato.

Tutta l'azione si è svolta pochi giorni fa all'Arizona Proving Ground, la pista di prova Ford negli Stati Uniti. Affinché le cose procedessero senza intoppi, è stata utilizzata la tecnologia Lidar. Un nome poco suggestivo, che unisce sotto il suo ombrello mappatura 3D abilità laser e misura della distanza. In un modo o nell'altro, Lidar è il radar che hai visto per anni nei film, tranne che al posto delle onde elettromagnetiche, utilizza i laser per sapere esattamente cosa c'è nei dintorni.

"Grazie a Lidar, le auto di prova non dipendono dalla luce solare e dalle telecamere per rilevare le linee bianche della vernice associate sulla strada". Jim Bride, direttore tecnico delle auto autonome Ford, è stato molto soddisfatto del tasso di successo del progetto. "Lidar consente alle auto autonome di muoversi facilmente di notte come durante il giorno." Da un certo punto di vista, l'esperienza è stata surreale. "In macchina, potevo sentirlo muoversi, ma quando ho guardato fuori dal finestrino, ho visto solo l'oscurità." Wayne Williama, uno dei ricercatori dietro il progetto, che era in macchina al momento del test, si sentiva almeno strano.

La conclusione di questo esperimento è stata nel futuro, un guidatore sarà ancora limitato dagli occhi e dalle orecchie quando guiderà. D'altra parte, l'auto autonoma, come questa Ford, combinerà visione computerizzata Lidar, radar, GPS, informazioni sul traffico e molte altre fonti per fornire maggiore sicurezza.

Pubblicità

Pubblicità

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.

Pubblicità