Pubblicità

I robot ti diranno quanto sei bello: il primo concorso di bellezza giudicato dall'intelligenza artificiale


I robot ti diranno quanto sei bello: il primo concorso di bellezza giudicato dall'intelligenza artificiale

 

È già un dato di fatto che i robot sono tutti intorno a noi. Guidano, cucinano e alcuni di loro sono considerati nostri compagni. Potremmo non dare loro molto credito, se non del tutto, quando si tratta di giudicare la nostra bellezza, ma questo potrebbe cambiare presto.

Quest'anno, più precisamente il 28 gennaio, sarà ospitato il primo concorso internazionale di bellezza con una giuria composta esclusivamente da robot. Il concorso richiede che tutti i partecipanti realizzino le loro foto con un'apposita applicazione e le caricino su sito web dedicato al concorso. L'intero processo funzionerà con sofisticati algoritmi di riconoscimento facciale che consentiranno ai robot di giudicare la bellezza in un modo che non hanno mai fatto prima.

Alex Zhavoronkov, consulente e CEO di Insilco Medicine, una società di bioinformatica focalizzata sul processo di invecchiamento delle persone, ritiene che il recente progresso dell'intelligenza artificiale abbia reso questi tipi di riconoscimento più accurati. Tuttavia, il concorso non riprenderà per i partecipanti che caricano solo selfie.

L'obiettivo è far capire ai robot la bellezza e il concorso è sponsorizzato da un'enorme industria anti-invecchiamento che vuole capire come la giovinezza possa essere monitorata e implementata meglio. Tra i partner, ci sono alcuni grandi nomi come Microsoft, Nvidia e Youth Laboratories, così come altre e altre società nella stessa sfera.

Zhavoronkov spera che questo concorso faciliti il ​​lancio di applicazioni che consentiranno alle persone di controllare gli effetti di vari prodotti (compresi i cosmetici) sui loro volti e ritiene che le persone siano più preoccupate per il loro aspetto piuttosto che per la qualità della vita in generale. Gli esperti hanno in programma di lanciare un'applicazione chiamata RYNKL, che consentirà agli utenti finali di scattare periodicamente selfie standardizzati per analizzare i cambiamenti nella "rugosità" del loro viso nel contesto del loro stile di vita, comportamento e altri interventi.

La competizione è prevista ogni 6 mesi e diversi team in tutto il mondo saranno invitati a testare i loro robot. Alex Shevtsov, fondatore e CEO di Youth Laboratories, ha posto il problema in modo interessante: "Potrebbe piacerti la tua Tesla, ma vorresti che la tua Tesla ti piacesse?"

Mentre le persone probabilmente non sono pronte per una macchina che dia giudizi sulla loro bellezza, se le cose vanno bene, in pochi anni i robot potrebbero capire anche la bellezza superficiale. Fino ad allora, tutte le foto per il concorso devono essere naturali: nessun trucco, nessuna barba e nessun cappello sono ammessi nei selfie.

Leggi anche: Tecnologia che ti aiuta a perdere peso: le 5 migliori app per il fitness del 2017

Pubblicità

Pubblicità

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.

Pubblicità

Benvenuto in Technobezz

Installa l'applicazione
×