La produzione del Samsung Galaxy Note 10 è stata interrotta a causa delle restrizioni del governo giapponese


La produzione del Samsung Galaxy Note 10 è stata interrotta a causa delle restrizioni del governo giapponese

Questo era già stato segnalato in precedenza, ma ora è arrivata la conferma di una controversia tra Giappone e Corea del Sud che ha avuto un impatto diretto sulla produzione di smartphone presso l'unità Samsung. Il governo giapponese aveva emesso una direttiva politica in cui l'esportazione di poliimmide fluorurato, acido fluoridrico e resiste alla Corea del Sud. Queste sostanze chimiche sono prodotte principalmente dalla principale giapponese Sumitomo Corporation e sono ingredienti essenziali per la produzione di chipset per telefoni cellulari. Samsung dovrebbe adattarsi ai suoi processori SoC Exynos 9820 sul Samsung Galaxy Note 10. Ciò significa che l'azienda non può raggiungere gli obiettivi di produzione di questo prestigioso modello.

Un'azione di ritorsione da parte del governo giapponese

La situazione deve essere compresa dalla prospettiva di come è avvenuto questo nuovo cambiamento di politica. C'è stata una sentenza emessa da un tribunale sudcoreano contro il governo giapponese. Questa sentenza non ha nulla a che fare con la fornitura di prodotti chimici alla Corea del Sud. Questa è, quindi, un'azione di ritorsione che altro.

Samsung Galaxy Note 10 Plus FCC

Anche il governo giapponese l'ha giocato in modo abbastanza diplomatico. Non esiste un divieto chiaro all'esportazione di queste sostanze chimiche. L'unico problema è che le sostanze chimiche se vengono esportate in Corea del Sud, l'entità esportatrice deve ottenere l'approvazione dal governo giapponese. Questa approvazione richiederà almeno 90 giorni. Questo è un modo apparente per causare ritardi.

I ritardi non possono essere evitati

Finché le società sudcoreane si basano su poliimmide fluorurata, acido fluoridrico e resistere da fonti giapponesi, dovranno accontentarsi di ritardi. Il ritardo nella produzione di componenti come pannelli OLED e chipset comporterà invariabilmente un ritardo nella produzione di dispositivi finiti come gli smartphone. Questo significa anche aziende come Apple che ordinano i loro pannelli OLED su Samsung dovrà prendere tali ritardi nella produzione. Ci sono già le informazioni che c'è stato un taglio del 10% nella produzione dei processori Exynos a luglio. La società afferma che recupererà la produzione persa il mese prossimo.

Quanto di questo ritardo o riduzione nella produzione del processore avrà un impatto sul lancio del Samsung Galaxy Note 10 è ancora da valutare. L'evento Galaxy Unpacked è previsto per il 7 agosto e non sembra esserci alcun cambiamento. L'unica incertezza ora è la data in cui i telefoni inizieranno a essere spediti. Attualmente, il 23 agosto è la data prevista per l'inizio delle spedizioni. Ci sarà un ritardo?

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.