Pubblicità

Breve storia della lunga e lenta morte di Adobe Flash Player


Breve storia della lunga e lenta morte di Adobe Flash Player

Prima che YouTube ci entusiasmasse con "Charlie Bit My Finger" e altre sensazioni virali, c'era il buon vecchio Flash Player con clip animate che ci rendevano piuttosto felici. Probabilmente hai perso il conto di quante volte il video Dancing Baby ti è stato inviato via e-mail. Potresti non essere nemmeno in grado di indovinare quanto tempo hai trascorso su siti e forum umoristici semplicemente scorrendo un sacco di clip divertenti e divertenti. Questo era lo stato del mondo prima e quanto è cambiato in quello che è oggi - e questo è solo un arco di pochi anni.

Una sensazione web

Chiunque abbia una fotocamera e una velocità Internet decente può catturare un momento divertente e caricarlo su siti di condivisione video come Dailymotion, YouTube e Vimeo. Ancora meglio, quei brevi clip possono essere convertiti in GIF e condivisi su piattaforme di social media come Twitter e Tumblr. Oppure, coloro che sono abbastanza abili nel catturare attività improvvise possono utilizzare Boomerang per la registrazione e Instagram per la conservazione. Guardare il contenuto creato da questi vari mezzi è il modo in cui molti di noi trascorrono del tempo sul web in questi giorni. Ma in passato, ci siamo affidati a Flash.

Anche quando HTML5 era in aumento, molte aziende di grandi nomi preferivano ancora fornire contenuti utilizzando la tecnologia proprietaria di Adobe a causa dei limiti posti dalla nuova tecnologia. YouTube ha persino adottato HTML5, ma ha continuato a supportare Flash fino a quando non l'ha interrotto completamente negli ultimi anni.

Un chiaro rimprovero

Potresti far risalire il declino di Flash a Steve Jobs. Ha scritto notoriamente sulle carenze di Flash e sul perché non potesse essere incluso con l'iPhone: è un rischio per la sicurezza, è un divoratore di risorse ed è una tecnologia proprietaria. Invece, Jobs ha optato per tecnologie open source come HTML, JavaScript e CSS per i prodotti Apple.

Nonostante il rifiuto di Jobs, Flash ha continuato sulla sua buona strada fino a quando HTML5 non è migliorato così tanto che Adobe è stata costretta ad ammettere che il loro concorrente era davvero migliore per la creazione e la distribuzione di contenuti sui browser su dispositivi mobili.

Ben presto, gli ex clienti di grandi nomi fecero il passaggio. YouTube è passato a un lettore video HTML5. Chrome ha disabilitato completamente Flash (ma con un'opzione per abilitarlo). Facebook saluta.

Il progresso tecnologico renderà i dinosauri di formati un tempo amati come Flash. Per ora, possiamo goderci Flash mentre possiamo, dato che grandi siti come BBC e NBC continuano a fornire contenuti basati su Flash. Dobbiamo solo assicurarci che noi avere sempre l'ultima versione.

Pubblicità

Pubblicità

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.

Pubblicità