Le più grandi delusioni su iOS 12 Beta di Apple


Le più grandi delusioni su iOS 12 Beta di Apple

I fan di Apple si stanno entusiasmando come iOS 12 si sta avvicinando rilasciare perché questo significa che riceveranno una nuova serie di funzionalità e ottimizzazione del software che renderanno i loro iPhone e iPad più veloci che mai. Tuttavia, iOS 12 beta è attivo e le persone che hanno scaricato il nuovo sistema operativo hanno qualcosa di completamente diverso da dire al riguardo.

I beta tester di iOS 12 affermano che il nuovo sistema operativo di Apple è piuttosto deludente. Non ci sono funzionalità innovative come promesso da Apple ed è pieno di bug. Pertanto, oggi esamineremo le principali delusioni più grandi iOS 12 porta. Anche se, prima di entrare in ciò che non va con iOS 12, dobbiamo menzionare che il sistema operativo è ancora in beta e tutto è soggettivo a cambiare.

Modifiche alle notifiche

Apple e Google sono in una guerra senza fine del sistema operativo e il dipartimento in cui Google ha chiaramente il sopravvento nelle notifiche. Le notifiche Android si ordinano automaticamente e questo rende più facile per gli utenti leggerle o ignorarle. D'altra parte, le notifiche iOS sono individuali e riempiono facilmente la barra delle notifiche.

Apple ha promesso di cambiare il modo in cui visualizza le notifiche in iOS 12, ma sembra che le cose non stiano andando secondo i piani. Il nuovo sistema di notifica è goffo e invece di impilare le notifiche per renderle più accessibili, ogni notifica occupa comunque gran parte del display.

Siri viene lasciata indietro

Anche se Apple è stata una delle prime aziende a introdurre un assistente AI (Siri) nei suoi smartphone, altre società hanno iniziato a portare le cose al livello successivo. Google e Amazon credono che la tecnologia AI sia il futuro e ci mettono tutta la loro attenzione. Apple non vuole essere lasciata indietro e ha annunciato che iOS 12 introdurrà una serie di miglioramenti a Siri come le scorciatoie.

Le scorciatoie di Siri sono progettate per rendere l'assistente AI ancora più utile di quanto non lo sia già, consentendogli di rispondere ai flussi di lavoro attivati ​​da comandi vocali come dire "tornare a casa" per chiedere a Siri di impostare la temperatura del termostato di casa e far sapere alla famiglia l'utente sta arrivando.

La nuova funzionalità funziona bene, ma impallidisce rispetto a ciò che offrono Google Assistant e Amazon Alexa. Siri viene lasciata indietro quando si tratta di innovazione e Apple deve intensificare il suo gioco se vuole continuare a competere con Google e Amazon.

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.