Pubblicità

Il futuro della fotografia con il telefono mostrato dalla beta finale di Android P.


Il futuro della fotografia con il telefono mostrato dalla beta finale di Android P.

Gli sviluppatori di app possono ora lavorare con la terza beta di Android P e cosa cambierà il modo in cui verranno costruiti i futuri telefoni è il nuovo software per fotocamera e foto.

Introduzione

Hmm ... c'è un numero di telecamere su un telefono che può essere definito "troppe"? I produttori di dispositivi Android risponderanno a questa domanda tra qualche anno. Quello che si sa è che il supporto di Android P per più fotocamere sarà una grande opportunità per gli sviluppatori.

Le fotocamere sono ciò che ogni azienda sta cercando di migliorare. Google ha lavorato molto per migliorare il supporto software per le fotocamere dei dispositivi Android P per garantire che Android stia al passo con gli ultimi iPhone.

Nuove strutture

L'API multi-camera consente ai fotografi di telefoni di eseguire lo zoom senza interruzioni, avere bokeh e visione stereo utilizzando più fotocamere sulla parte anteriore o posteriore di un dispositivo. Questa non è una novità, il Galaxy S9 o il Note 8 di Samsung o il G7 ThinQ di LG ce l'hanno già. L'API consente inoltre di utilizzare lo schermo del telefono come flash e supporta i dispositivi della fotocamera collegati tramite USB e UVC se non si desidera utilizzare l'hardware del telefono integrato.

Cos'altro?

La foto è stata scattata quindi vediamo cosa si deve fare. Puoi modificare, aggiungere effetti e, naturalmente, stabilizzare l'immagine molto più facilmente all'interno delle app contemporaneamente mentre stai ancora registrando.

Android P beta non smette di sorprendere con le sue altre funzionalità: posizionamento all'interno, utilizzo del Wi-Fi per individuare la posizione dell'utente in modo che le app possano offrire funzionalità super localizzate, appuntare l'orientamento del loro schermo, piuttosto che farlo ruotare quando pensa stanno facendo un movimento deliberato per farlo e ingrandiscono quando selezionano il testo, che si applica a qualsiasi app che si preoccupa di abilitarlo (già implementato da Apple).

Conclusione

La versione finale inizierà a essere distribuita sui telefoni compatibili a partire da agosto. Se non vedi l'ora di provarlo, puoi scaricare subito la Beta 3, ma solo su alcuni dispositivi.

Pubblicità

Pubblicità

Ottieni più cose come questa
nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi prodotti e aggiornamenti interessanti nella tua casella di posta elettronica.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.

Pubblicità